Gli assessori in coro: «Ci ricandidiamo nel 2011»

Il Municipio di Amendolara

La Giunta comunale si schiera al fianco del sindaco Mario Melfi. Scendono in campo gli assessori, compatti (Calabrese, Bartolini, Falsetti, Gaetano, Liguori, Rinaldi e il presidente del consiglio Mitidieri). E lo fanno per mezzo di un volantino. Uno dei tanti circolati in quest’estate amendolarese dal profumo di campagna elettorale.

La Giunta risponde ai due volantini precedenti a firma del Circolo MPA di Amendolara, che paventavano uno scorretto comportamento del sindaco Melfi, il quale «nonostante avesse ribadito in più consigli comunali la sua volontà di appoggiare la candidatura di un attuale amministratore a futuro sindaco», oggi tentennerebbe in tal senso dando adito a quelle voci che vorrebbero come suo sostituto il già sindaco di Amendolara, suo fratello, l’ingegnere Franco Melfi.

Ma gli assessori comunali non ci stanno a passare per «vassalli alla corte del re». Ribadendo la loro volontà a ricandidarsi in blocco alle prossime amministrative della primavera 2011.

Il sindaco uscente Mario Melfi

E ritenendo Mario Melfi «un valore aggiunto nella futura vita amministrativa». Mettendo a tacere, forse, quelle voci che volevano la Giunta imboccare una strada diversa da quella del sindaco uscente nella formazione delle nuove liste. Ma sul candidato a primo cittadino non trapela ancora nulla. Per ora la Giunta comunale (e non tutta l’Amministrazione) sembra compattarsi nei confronti del «misterioso circolo politico di Amendolara» (MPA, ndc).

A Rocca Imperiale un Papaleo coast to coast

Una scena del film "Basilicata coast to coast"

Un Rocco Papaleo in versione familiare quello che lunedì 23 agosto è stato ospite a Rocca Imperiale nel corso di una serata dedicata a lui e al suo ultimo film (di cui è attore e regista) Basilicata coast to coast. Un Papaleo divo e antidivo che nonostante la meritata ribalta non dimentica le sue origini, anche nel modo di parlare e di atteggiarsi.

Il cinquantaduenne attore (ormai anche regista) di Lauria (Pz) si è intrattenuto con il pubblico intervenuto ai piedi del castello svevo di Rocca Imperiale, sia prima che dopo la proiezione del film.

Papaleo tra la gente a Rocca Imperiale

Un Papaleo show man, un po’ cantastorie e un po’ menestrello, ha proposto brani dal sapore popolare e nostalgico. Ma cantati con ironia e gestualità teatrali. Il pezzo forte non poteva che essere Basilicata on my mind (canzone conclusiva anche nel film), intonata in versione live da un Papaleo in giro tra il pubblico.

Il film è originale, la storia è originale. Quattro compari che partono a piedi da Maratea per raggiungere Scanzano Jonico, dove dovranno partecipare ad un festival musicale. Cast d’eccezione: a far compagnia a Papaleo ci sono Max Gazzè, Alessandro Gasman e Giovanna Mezzogiorno.

Papaleo durante la presentazione del film sul palco di Rocca. Alla sua destra il sindaco Ferdinando Di Leo, alla sua sinistra Antonio Panzarella, ex direttore artistico del teatro "La Portella" di Oriolo

Legato in maniera disinteressata alla sua Basilicata, Papaleo si cala bene nel ruolo di testimonial di una terra che vuole crescere e di una Regione impegnata con costanza nella promozione delle sue origini e delle sue bellezze naturali. La Regione Basilicata ha contribuito alla realizzazione del film «per circa il 20% del budget», ricorda Papaleo.

A conclusione della serata, un monologo autobiografico del Rocco quattordicenne, a Lauria. Un’ode al panino con la frittata della mamma. A quel profumo e quel sapore dopo una lunga camminata in campagna. «Non era un semplice panino con la frittata. Era il panino con la frittata di mia madre. Se al panino con la frittata togli mia madre resta un semplice e anonimo panino. Ma se a mia madre togli il panino con la frittata, resta mia madre. Che può farmene un altro, ancora più buono».

Amendolara e Trebisacce sognano un porto. Anzi due

Veduta aerea di Amendolara Marina

Amendolara e Trebisacce uniti da un sogno (o da un’illusione ?) comune: il porto.

Entrambi i comuni jonici hanno presentato negli ultimi consigli comunali i progetti preliminari relativi all’opera in questione. Ambedue i paesi della costa jonica sono imbrigliati negli ultimi anni da atavici problemi, quali l’inadeguatezza dei lungomari nel sopportare le mareggiate invernali e la difficoltà nell’espropriare terreni a monte della spiaggia sicuramente utili alla ricettività turistica (nel caso di Amendolara). Il progetto del porticciolo turistico, che ad Amendolara andrebbe ad aggiungersi al centro velico (in cantiere da più anni alle spalle della Torre Spaccata al confine con Roseto Capo Spulico, ma che il sindaco Melfi promette di completare «nei prossimi mesi»), risulta così a dir poco ambizioso. L’area individuata sarebbe a nord di Amendolara.

Progetto porto di Amendolara

L’idea del porto, il cui completamento è previsto «entro tre anni», è il frutto di un accurato studio dell’agenzia Nautilus e dell’adesione di alcuni imprenditori privati, «al di là dei fondi pubblici che potrebbero attivarsi», precisa e si augura Melfi. La struttura prevederebbe più di 500 posti barche, alberghi ed altri punti ricettivi.

Progetto porto di Trebisacce

Per ciò che riguarda Trebisacce, il progetto del porto sembra camminare più velocemente. L’iter burocratico è stato predisposto dalla società Italia navigando, e il progetto è già da due anni nel cassetto dell’assessorato regionale al turismo. Il porticciolo (400 posti barche, 3 pontili, officine e servizi turistici) rappresenterebbe anche «un utile freno al modo ondoso e all’erosione costiera», come più volte a sottolineato il sindaco Mariano Bianchi.

Due porti, dunque, a distanza di 10 km.

Festa Madonna della Salute, 4.000 euro nelle casse della chiesa

Chiesa Madonna della Salute

Si chiude con un bilancio positivo la festa in onore della Madonna della Salute (10-11-12 agosto 2010). Dal resoconto economico scaturito al termine dei festeggiamenti il totale attivo risulta essere di 4.123,00 euro.

Oltre alle offerte donate nel corso della processione (più di 3.000 euro), a fare la voce grossa è stata sicuramente la riffa, che ha introitato, per mezzo della vendita dei biglietti, 5.000 euro, a fronte di una spesa per i premi pari a 1.330 euro.

Anche la ruota della fortuna, ormai consolidata, ha dato il suo importante contributo così come la partecipazione di numerosi commercianti in qualità di sponsor.

Resoconto economico festa Madonna della Salute (clicca sulla foto per leggerlo)

Sul versante delle spese, le due serate musicali (l’11 agosto “Una voce per Rino” band e il 12 Alberto Bertoli) sono costate 4.900 euro. Mentre il compenso per la banda musicale (del comune di Canna) è stato di 1.500 euro per due serate di processione.

Con la Madonna della Salute si chiude così il trittico estivo dei festeggiamenti religiosi ad Amendolara Marina, dopo Sant’Antonio di Padova (13 giugno) e San Francesco di Paola (24 luglio). Anche per queste due feste il bilancio sorride (più di 1.000 di attivo per ciascuna).

Il sindaco Melfi e i suoi «dieci anni esaltanti»

Il volantino distribuito in paese (clicca sulla foto per leggerlo)

«Cari turisti, cari emigrati occorre che voi sappiate la verità. Amendolara ha 7 km di costa ma nessun metro a monte della spiaggia e di proprietà comunale o del demanio marittimo, compreso quello dove voi parcheggiate». Scrive così il sindaco di Amendolara Mario Melfi in un volantino che è circolato nei giorni scorsi in paese.

Lui stesso ha distribuito e fatto distribuire un manifestino di ringraziamento ai turisti e agli emigrati che in questi dieci anni di giunta Melfi (il quale non potrà più ricandidarsi alla carica di primo cittadino nel corso delle prossime elezioni del 2011) hanno scelto Amendolara per le loro vacanze.

All’interno del volantino sono elencati una serie di successi del sindaco Melfi e dei suoi collaboratori. Dalla raccolta differenziata “porta a porta” ai riconoscimenti di Goletta Verde per la limpidezza del mare. Dai numerosi cantanti portati ad Amendolara ai progetti per lo sviluppo turistico come il centro velico («tra pochi mesi sarà completato», scrive Melfi) e il porto.

Infine una giustificazione sulle primitive condizioni del lungomare “Molo San Framcesco”: «non abbiamo poteri né economie per espropriare 20.000 mq di terreno». Rispondendo a chi nei giorni scorsi lo aveva attaccato con un pubblico manifesto (Mpa di Amendolara, ndc), sollevando l’annoso problema dei parcheggi.

Ma le scaramucce in odore di campagna elettorale scalderanno i motori da settembre in poi.

Marco Masini sul palco di Amendolara

Marco Masini

Marco Masini farà tappa ad Amendolara mercoledì 18 agosto alle 22, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Rocco.

Il 46enne cantante fiorentino si esibirà nella cittadina jonica nel corso del suo tour 2010 partito a maggio. Tra i più famosi interpreti della musica leggera italiana, Masini ha raggiunto l’apice del successo con brani come Disperato (primo posto a Sanremo giovani nel 1990), Bella stronza, Le ragazze serie, T’innamorerai. E L’uomo volante, con cui ha conquistato il gradino più alto del podio di Sanremo nel 2004. Nella sua carriera Masini ha inciso 15 dischi, esordendo nel 1990 con un lavoro dal titolo Marco Masini. Nel febbraio 2009 è uscito il suo ultimo disco, L’Italia… e altre storie, che contiene il brano Italia, dai toni critici e provocatori.

Il concerto di Amendolara è gratuito e si svolgerà nella centrale piazza Giovanni XXIII, nel centro storico.

Al via la “tre giorni” in onore della Madonna della Salute

Cappella Madonna della Salute

Si aperta con una partecipata fiaccolata la “tre giorni” di festa in onore della Madonna della Salute, patrona della parrocchia di Amendolara Marina. Il corteo luminoso, coordinato dal parroco don Diego Talarico e con in testa la statua della Vergine è partito alle 21,30 di martedì 10 agosto dalla Chiesa per raggiungere la storica cappella sita nella Masseria Lista attorno alle 22,30.

La Vergine sosterà nella sua casa originaria sino a mercoledì, quando dopo la S.Messa delle 18,30 verrà condotta in processione nuovamente nella Chiesa Madre. Giovedì, invece, si svolgerà, a partire dalle 19, la seconda parte della processione prima della S.Messa delle 20 officiata da S.E. Mons. Vincenzo Bertolone, vescovo della Diocesi di Cassano allo Jonio.

Per ciò che riguarda i festeggiamenti civili, previste due serate all’insegna della musica d’autore. Mercoledì sera “Una voce per Rino”, cover band di Rino Gaetano. Giovedì sera concerto di Alberto Bertoli e i Giullari. Alberto è il figlio del compianto Pierangelo, noto cantautore degli anni ’80-’90.

Entrambe le serate avranno inizio alle 22.

“Memorial De Luca”, finale a senso unico

Mario De Luca

Si è concluso con una finale dal sapore tennistico il II “Memorial Mario De Luca”, torneo di calcio a 5 (quest’anno over 40) dedicato alla memoria del giovane centravanti della locale squadra Real Amendolara, scomparso tre anni fa in un tragico incidente stradale.

Una finale senza storia quella andata in scena martedì 10 agosto alle 19,30 presso il campetto di calcetto nel centro storico di Amendolara. Con un netto 6-1 la squadra capitanata da Gregorio Scigliano ha avuto la meglio sui rivali. Di Tufaro (tripletta), Gregorio Scigliano II (doppietta) e Gerundino le reti degli arancioni. Di Ciriaco la trasformazione della bandiera per i verdi.

la squadra vincitrice assieme ai fratelli di Mario (accosciati)

Il torneo rientrava nei festeggiamenti in onore della Madonna della Salute (10-11-12 agosto) ed è stato organizzato da Vincenzo Munno e Gregorio Scigliano, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Amendolara.

E anche quest’anno con parte dei ricavi del torneo è stata promossa un’adozione a distanza a nome di Mario De Luca.

Contrada Lista, tra le erbacce un passato glorioso

scorcio Statio ad Vicesimum

Dopo mesi di letargo rivedono la luce, seppur in modo parziale, i resti della Statio ad Vicesimum sita in contrada Lista lungo via delle Terme romane. Tra le erbacce si intravedono scorci della Roma imperiale, la cui presenza non era neppure intuibile sino a qualche giorno fa. Nonostante l’impegno di chi di competenza, il lavoro di bonifica del sito, da quello che si deduce chiaramente dalle foto, appare tutt’altro che completato.

cartello Statio ad Vicesimum

La Statio ad Vicesimum era un cruciale snodo stradale. Un luogo di ristoro sito tra due importanti località, quali Eraclea (l’attuale zona di Policoro) e Turio (nel cuore dell’odierna Sibaritide). Una moderna stazione di servizio, dove si era soliti sostare per un breve ristoro prima di riprendere il cammino. Il sito in questione rappresenta soltanto una o più vasche della Statio ad Vicesimum, la quale si estendeva lungo tutto il territorio ora occupato dalla Masseria Lista, appena sopra l’area archeologica qui descritta.

panoramica Statio ad Vicesimum

Tutta la zona di contrada Lista rientra in un’importante mappatura archeologica, troppo spesso raccontata soltanto nei musei e nei volumi di settore, ma poco conosciuta dai cittadini.

De Gregori-Dalla, Villapiana si prepara all’evento

locandina tour

De Gregori-Dalla in concerto all’anfiteatro di Villapiana (Cs) il 18 agosto alle 21,30. Francesco De Gregori ritorna nell’Alto Jonio cosentino (dopo la breve vacanza trascorsa nell’anonimato in un hotel di Amendolara tre anni fa). Il principe della canzone d’autore ritorna questa volta per cantare assieme a Lucio Dalla. Con il quale ha da qualche mese riformato la coppia d’oro del tour del 1979 Banana Republic.

Evento dell’estate 2010 per l’Alto Jonio cosentino, che si prepara ad ospitare due tra i più grandi interpreti della canzone d’autore. Da Come fanno i marinai a Piazza Grande, da 4/3/1943 a Santa Lucia a Banana Republic: il duo presenterà il meglio del proprio repertorio, in taluni casi musicalmente riadattato. Costo del biglietto 34,50 euro, posto unico.