Roseto, eco-scuola in evoluzione. La Primaria conquista la Bandiera verde

Al centro, il Dirigente scolastico Vincenzo Gerundino e l'ispettore Francesco Fusca

di Elvira Panno

Dal 22 novembre una bandiera verde Eco-schools sventola sulla Scuola Primaria di Roseto Capo Spulico centro. Lunedì scorso, infatti, il plesso scolastico (facente parte del Comprensivo di Montegiordano, guidato dal Dirigente Scolastico Vincenzo Gerundino) ha ospitato la cerimonia ufficiale per la conquista della Bandiera verde.

Leggi il resto dell’articolo

Montegiordano, incontri d’autore. Tra i banchi di scuola storie di emigrazione

Una veduta della Marina di Montegiordano

Nell’ambito del progetto “Amico libro” con sottotitolo “allena-mente”, l’Istituto Comprensivo di  Montegiordano, guidato dal Dirigente scolastico Vincenzo Gerundino,  ha organizzato un incontro con Salvatore Farina, autore di “Storia di un emigrato”.  La discussione è servita per rendere partecipi gli alunni, con il supporto di un libro e del suo autore,  dei sacrifici degli emigranti nativi di questa terra.

Leggi il resto dell’articolo

Scuola, false 104. Indagati cento insegnanti nella provincia di Cosenza

Il Tribunale di Cosenza

Sono cento gli insegnanti raggiunti da un avviso di garanzia in merito alla vicenda legata ai falsi attestati comprovante l’invalidità o l’accompagnamento per parenti invalidi (la legge 104).

Leggi il resto dell’articolo

Cosenza e provincia, false 104. Presto gli interrogatori. Per i “furbetti” addio alla Scuola

 

Il Palazzo di Giustizia di Cosenza

 

Potrebbero avere inizio nelle prossime settimane gli interrogatori delle 104 sospette. Saranno convocati presso il Tribunale di Cosenza tutti quegli insegnanti o dipendenti scolastici (delle scuole di Cosenza e provincia) che hanno beneficiato, in maniera sospetta e non del tutto chiara, dei vantaggi della legge 104 (nella maggior parte dei casi il trasferimento o l’assegnazione da una provincia all’altra).

La Procura di Cosenza è la prima ad occuparsi del filone della legge 104 (per mezzo della quale si ha la possibilità di ottenere un determinato grado di invalidità personale o di un parente per il quale poi necessità l’accompagnamento), ma ben presto potrebbe essere seguita a ruota anche da altre città.

 

Maggiormente interessati dall'inchiesta sulle fase 104 sono i docenti della scuola primaria

 

In queste settimane Carabinieri e Polizia hanno acquisito migliaia di atti che ora sono al vaglio di una squadra di investigatori, coordinata dal capo dei pm Dario Granieri e dall’aggiunto, Domenico Airoma.

Ciascun docente (maggiormente interessanti quelli della scuola primaria) dovrà ripercorrere davanti all’autorità giudiziaria tutto l’iter medico-burocratico che lo ha portato ad usufruire della legge 104.

Per i furbetti titolari di false 104 scatterà l’immediata espulsione dalle graduatorie. In pratica dovranno dire addio per sempre al mondo della scuola.

Scuola provincia Cosenza, si stringe il cerchio sulle false 104

Il Tribunale di Cosenza

Si allarga a macchia d’olio l’inchiesta avviata dalla Procura di Cosenza sulle false 104. Dopo i fascicoli degli incarichi inviati dall’Usp, adesso anche i dirigenti scolastici delle singole scuole hanno emanato una circolare interna che invita tutti i docenti in possesso della 104 (che, ricordiamo, da diritto a benefici di trasferimento in base ad un’attestazione per gravi disabilità personali o per assistenza a parenti prossimi in gravi condizioni di salute) di produrre la documentazione presso il loro istituto.

L’obiettivo è quello di appurare, con pugno fermo, chi si è appropriato furbescamente della 104, scavalcando così nelle graduatorie insegnanti devvero bisognosi di tali benefici e altri non bisognosi ma sopravanzati da false dichiarazioni di invalidità.

La metà degli insegnanti elementari della provincia di Cosenza ha usufruito della 104

Man mano che vengono attribuiti gli incarichi, l’Usp invia alla Procura la documentazione relativa agli insegnanti con la 104, così da poter controllare in tempo reale la veridicità dei certificati.

A conti fatti circa la metà degli insegnanti elementari della provincia di Cosenza risulta avere una patologia invalidante oppure un parente che necessita di una particolare attenzione. Da qui i legittimi sospetti della Magistratura che vuole fare piena luce sulla vicenda.

(fonte Gazzetta del Sud)

San Demetrio Corone, Liceo classico dice no all’abolizione della lingua albanese

San Demetrio Corone

No al taglio delle due ore di insegnamento della lingua albanese nella classe di ingresso del Liceo ginnasio di San Demetrio Corone.

E’ quanto hanno chiesto, nel corso di un’assemblea, gli studenti della scuola del centro arbereshe facendo riferimento ai tagli, decisi dalla Riforma Gelmini, sulle sperimentazioni e quindi anche sull’insegnamento della lingua albanese. L’abolizione dell’insegnamento dell’albanese, hanno detto gli studenti, rappresenta un duro colpo per la conservazione di un’identità culturale locale che è peculiare.

Castrovillari, il Protoconvento teatro di incontro tra Scuola e cultura locale

Il Protoconvento francescano di Castrovillari

di Vincenzo La Camera

Il Ctp (Centro Territoriale Permanente) di Castrovillari, con Dirigente scolastico Bruno Barreca, in collaborazione con quello di Rossano e con l’Istituto comprensivo di Firmo organizzano per domani, domenica, la “Giornata dell’Europa e del patrimonio culturale”. La manifestazione, prevista dalle 9 alle 13 al Protoconvento Francescano di Castrovillari, rientra nell’attività progettuale dei Pon – Fondi Europei 2007-2013.

Un click sul Parco Nazionale del Pollino

Nel corso della mattinata saranno messi a disposizione dei visitatori, tramite delle apposite mostre, tutti i lavori degli studenti realizzati nell’ambito dei progetti Pon. Il Ctp di Castrovillari ha provveduto alla creazione di una guida turistica sul Parco del Pollino; il Ctp di Rossano ha elaborato sempre una guida turistica, ma sulla Sibaritide; mentre il Comprensivo di Firmo presenterà il progetto “Gioco e imparo con i Beni culturali”.

L'ingresso del Museo archeologico nazionale di Sibari

Ospiti illustri si alterneranno al microfono per gli interventi. Dal sindaco di Castrovillari Francesco Blaiotta, ai dirigenti scolastici Barreca e Barletta (comprensivo di Firmo). Da Simonetta Bonomi (Soprintendente ai Beni archeologici per la Calabria) a Silvana Luppino (direttore Museo archeologico di Sibari). Solo per citarne alcuni.

Una giornata europea, dunque, alla scoperta delle bellezze archeologico-culturali-turistiche  che contraddistinguono questa terra.

Provincia Cosenza. Scuola, tutte le 104 al vaglio della Magistratura

L'ingresso dell'USP di Cosenza

Tutti i docenti che hanno dichiarato di essere affetti da gravi patologie o di dover accudire quotidianamente parenti malati, dovranno fornire spiegazioni alla Magistratura.

Ben 659 insegnanti, per lo più tra scuole dell’infanzia e primaria della provincia cosentina, hanno usufruito della legge 104. Troppi per la Procura di Cosenza, che ha aperto un’inchiesta.

La legge 104 consente l’assegnazione dell’incarico vicino al luogo di residenza per chi è invalido o ha congiunti in situazione di particolare bisogno.

È stata disposta da parte degli inquirenti l’acquisizione dei fascicoli dei beneficiari della 104, per fare luce su una situazione figlia del continuo malcostume che regna in questo lembo d’Italia.

(fonte nuovacosenza.com)